I cambiamenti. Quanto fanno paura?

Se c’è qualcosa di cui l’essere umano ha spesso paura, sono i cambiamenti.

Le mamme sono tra le categorie che più di tutti affrontanoe assistono ad una notevole quantità di cambiamenti.

Pensiamo a quanto si modifica il corpo durante i nove mesi di gravidanza oppure a quanto velocemente un neonato acquisisce nuove competenze: oggi guardiamo i nostri bambini gattonare e un attimo dopo ci accorgiamo che già corrono; oggi li allattiamo e in poche settimane li vediamo mangiare omogeneizzati e pappine.

Ma l’aspetto che vorrei prendere in seria considerazione rappresenta il cambiamento interiore, quella forza dentro di noi che è in grado di vivere e realizzare le nostrecapacità trasformative, dove nulla sparisce nel”buco nero”, ma diventa una nuova opportunità per stare bene.

Avete presente la sensazione di indossare un abito che ci è piaciuto per tanti anni e che all’improvviso non corrisponde più alle nostre esigenze?

Scopriamo allora che siamo in grado di realizzare nuovi modi di rapportarci, nuovi modi di amare, nuovi motivi per sorridere.

Persino e soprattutto le difficoltà sono nuove opportunità di crescita. Le crisi possono a volte mostrarci la strada di un cambiamento sano. Solo così il passaggio da una fase evolutiva all’altra, potrà essere per noi un modo ancora più ricco di vivere la relazione, invece che vivere ansie da separazione (che si rispecchieranno sui nostri figli), controproducenti alla crescita.

Sarà dunque una gioia vedere il bambino che diventa un ragazzo, perché sarà per noi occasione di dialogo più profondo; interrompere l’allattamento, potrà aprirci le porte a nuovi modi di scambiarsi le coccole, godendo di un bacio ricevuto.

Sicuramente è importante superare le paure che possono offuscare questo cammino, quelle paure che ci bloccano e che ci fanno restare fermi a vecchie modalità (che però non soddisfano!).

In questi casi diventa difficile affrontare anche un semplice svezzamento o un cambio di scuola.

Ricordate: solo un cambiamento inteso come trasformazione, dove il vecchio non muore ma si trasforma in nuovo, ci porterà davvero a stare meglio e a sentirci realizzati.

News Reporter